Un sorriso aperto e luminoso e una bocca sana restano il più appariscente biglietto da visita.
Per questo vorrei poter essere utile ai lettori con dei semplici e mirati consigli. Sempre più spesso si arriva alla nostra osservazione quando ormai il problema è dilagante e bisogna intervenire in maniera drastica ed anche onerosa.
Vorrei quindi iniziare questa serie di incontri con l’aspetto più importante: come tenere pulita la nostra bocca e i nostri denti.
Purtroppo ancora oggi constato che molti hanno un brutto rapporto con lo spazzolino, o perchè non lo usano correttamente o perchè trascurano l’igiene dentale.
Io dico sempre che un persona può spazzolare i denti anche dieci volte al giorno ma se non lo fa nella maniera corretta non raggiunge lo scopo.
Questa mancanza d’igiene è la causa principale di molte patologie; le più importanti sono: la carie e le infezioni parodontali.
Queste possono essere devestanti. Un’adeguta igiene orale è fondamentale per avere denti e gengive sane. La salute del cavo orale influenza il generale benessere psicofisico. Le malattie parodontali possono essere collegate alle malattie cardio – vascolari e respiratorie; le donne in gravidanza affette da grave paradontite possono dare alla luce un bambino prematuro e sottopeso; nel diabetico la malattia paradontale può peggiorare il metabolismo glucidico;
lo stress psicologico può influire sull’assunzione eccessiva di zuccheri con una non adeguata igiene può dare problemi di carie dentali.
Dopo aver mangiato sulla superficie dei denti si forma una pellicola che si deposita sullo smalto: tale pellicola depositata, dopo alcune ore diventa placca; essa è come una fitta rete di batteri che lavorano insieme e producono scorie (acidi) che irritano la gengiva fino a portarla a sanguinare; tali acidi possono aggredire anche la superficie del dente portando alla perdita dello smalto e alla formazione della carie.
La prevenzione delle infezioni paradontali e delle carie dentali deve essere impostata su un uso adeguato dello spazzolino da denti e del filo interdentale.